Il progetto SBI

Logo Primo

Il Progetto Sistemi Bibliotecari Integrati (SBI), basato sulla convenzione tra il Comune e l'Università di Genova del 16 febbraio 2000, ha visto nel corso degli anni l'integrazione del Sistema Bibliotecario universitario e del Sistema Bibliotecario Urbano e quindi delle biblioteche dei musei civici, della biblioteche dell'Accademia Ligure di Scienze e Lettere e della Società Ligure di Storia Patria in un unico catalogo consultabile in Internet.

Nel catalogo unificato sono presenti, oltre a libri e riviste, risorse elettroniche, materiali audio, video e multimediali. Per alcune pubblicazioni è anche possibile accedere al testo completo o a immagini digitali.
Il catalogo unificato dal 2012 è anche Polo del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN), le registrazioni del catalogo sono così condivise sul catalogo nazionale delle biblioteche.

Il sistema di automazione utilizzato è Aleph500 che, per le sue caratteristiche (DBMS/Oracle, Sistema operativo UNIX, procedura client/server, formato di scambio MARC), è risultato lo strumento idoneo per realizzare l'integrazione dei diversi cataloghi elettronici che esistevano presso le singole biblioteche e per garantire la gestione dei servizi connessi e la loro evoluzione tecnologica in linea con gli standard nazionali e internazionali.

Da maggio 2015 è stata attivata una nuova interfaccia di ricerca Uno per Tutti, basata sul motore di ricerca ("discovery tool") Primo, che integra il Catalogo Unificato con la banca dati Primo Central, rendendo disponibile a tutti gli utenti del catalogo una ricchissima risorsa informativa.

Aspetti della cooperazione
Principali tematiche su cui si incentra la cooperazione tra Università e Comune: